Coroncina a Dio Padre

Coroncina a Dio Padre

“Padre mio, se è possibile, passi da me questo calice! Però non come voglio io, ma come vuoi tu” (Mt 26,39)

Pater, Ave, Gloria.

“Abbà, Padre! Tutto è possibile a te, allontana da me questo calice! Però non ciò che io voglio, ma ciò che vuoi tu” (Mc 14,36)

Pater, Ave, Gloria.

“Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà”.

Pater, Ave, Gloria.

 

Preghiamo: Padre, per la compiacenza che provasti nell’ascoltare dalle labbra del tuo Gesù agonizzante questa preghiera con cui Ti ha infinitamente glorificato, Ti prego di gradirla pronunciata dalle mie labbra e dal mio cuore. Donami la grazia di glorificarti con filiale riconoscenza o con generosa rassegnazione. Per Gesù Cristo nostro Signore.

La coroncina a Dio Padre si recita in situazioni di bisogno per chiedere un aiuto immediato.

La preghiera a Dio Padre può essere recitata in tutti i momenti in cui si sente la necessità di ricevere un aiuto o momento di sollievo da chi si trova più in alto di noi.

Tra le preghiere più indicate in queste situazioni vi è proprio la Coroncina a Dio Padre, in che cosa consiste questa preghiera? Come si recita?

Coroncina a Dio Padre: come si recita

La coroncina è un insieme di preghiere, rivelata direttamente da Dio Padre che chiede ai fedeli propri figli di non dubitare mai del Suo amore per loro. La sua preghiera, così preziosa e potente, è una sorta di “salvagente” in situazioni di necessità.

La preghiera a Dio Padre si articola in cinque meditazioni comprensive di una preghiera specifica per ogni meditazione a cui si aggiungono il Padre Nostro, l’Ave Maria, e 10 Gloria:

  1. Prima meditazione: si ricorda la volontà del Padre che dispose la purezza divina nel grembo di Anna, la madre di Maria per dare vita al Suo progetto di Redenzione del genere umano.
  2. Seconda meditazione: si ricorda il sangue puro di Maria che si unisce a quello del Figlio di Dio, simbolo di un forte legame con il Redentore per portare a compimento la Salvezza di ogni uomo sulla terra. Si ricorda lo Spirito del Padre che è la Vita e vive in quel Sangue.
  3. Terza meditazione: si ricorda Gesù che seguendo la Volontà del Padre ha versato il Suo Sangue prezioso per la salvezza di tutti gli uomini.
  4. Quarta meditazione: si ricorda la Chiesa, Corpo Mistico di Cristo, costituita dall’unione delle anime sante dei fedeli.
  5. Quinta meditazione: si ricorda che ad ogni Comunione siamo invitati ad unirci grazie al Corpo e al Sangue di Cristo che ci vengono donati per ricevere la salvezza.