Coroncina alla Divina Misericordia

coroncina alla divina misericordia

 

Coroncina alla Divina Misericordia

Padre Nostro
Ave Maria
Credo

Sui grani del Padre Nostro si recita la seguente preghiera:

Eterno Padre, io Ti offro il Corpo, il Sangue, l’Anima e la Divinità
del Tuo dilettissimo Figlio e Signore nostro Gesù Cristo
in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

Sui grani dell’Ave Maria si recita la seguente preghiera:

Per la Sua dolorosa Passione
abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Al termine della corona si prega tre volte:

Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale
abbi pietà di noi e del mondo intero.


La Coroncina alla Divina Misericordia è una preghiera della tradizione religiosa cattolica, le cui origini risalgono ad una rivelazione di Gesù alla monaca Maria Faustina Kowalska nel 1935.

Suora polacca appartenente alla congregazione delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia, Suor Kowalska è venerata in tutto il mondo come “l’Apostola della Divina Misericordia” (da cui trae origine la denominazione della stessa coroncina).

Durante la rivelazione Gesù avrebbe chiesto esplicitamente alla religiosa di pronunciare una particolare forma di liturgia, oggi conosciuta come Coroncina alla Divina Misericordia.

Per chi recita questa novena «La mia misericordia avvolgerà in vita e specialmente nell’ora della morte le anime» disse la stessa Suor Kowalska.

Secondo la tradizione cattolica, la monaca polacca ricevette in vita molte grazie pie: le rivelazioni, le visioni, le stigmate nascoste, il dono dell’ubiquità, della profezia e il raro dono del fidanzamento con Dio.

Nonostante ciò, la devota scrive sul suo Diario: “Né le grazie, né le rivelazioni, né le estasi, né alcun altro dono ad essa elargito la rendono perfetta, ma l’unione intima della mia anima con Dio. I doni sono soltanto un ornamento dell’anima, ma non ne costituiscono la sostanza né la perfezione. La mia santità e perfezione consiste in una stretta unione della mia volontà con la volontà di Dio“.

La Coroncina alla Divina Misericordia si può recitare in comunione o individualmente ed il messaggio contenuto dimostra chiaramente che il bene della comunità (“il genere umano”) si trova al primo posto.

Le tre promesse contenute nella novena riguardano il momento decisivo del nostro destino: ogni peccatore deve recitare la Coroncina alla Divina Misericordia come ultima “ancora di salvezza”.

Come si recita

Per recitare la coroncina alla Divina Misericordia si usa il Santo Rosario.