Novena al preziosissimo Sangue di Gesù

Novena al preziosissimo Sangue di Gesù

O Sangue Preziosissimo, sorgente di vita eterna, prezzo e motivo dell’ universo, bagno sacro delle nostre anime, che difendi senza sosta la causa degli uomini presso il Trono della suprema Misericordia, io Ti adoro profondamente.
Io vorrei, se possibile, compensare le ingiurie e gli oltraggi che ricevi continuamente da parte degli uomini, soprattutto da parte di quelli che osano bestemmiare.
Chi potrebbe non benedire il Sangue così Prezioso, non essere infiammato d’amore per Gesù che l’ha versato?
Cosa sarei diventato se non fossi stato riscattato da questo Sangue Divino, che l’Amore ha fatto uscire fino all’ultima goccia dalle vene del mio Salvatore?
O Amore immenso, che ci hai donato questo balsamo di salvezza!
O balsamo inestimabile, che provieni dalla sorgente di un amore infinito!
Io ti scongiuro, che tutti i cuori e tutte le lingue Ti lodino, Ti benedicano e Ti rendano grazia, ora e sempre, nei secoli dei secoli. Così sia.

Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre

Concludere con la recita delle Litanie al Preziosissimo Sangue.

Questa preghiera è da recitarsi per nove giorni consecutivi, e si raccomanda di assistere almeno ad una Messa durante il tempo della Novena.

Secondo la tradizione cattolica il mese di luglio è il mese in cui si deve recitare ed invocare la novena al preziosissimo Sangue di Gesù Cristo che deve essere recitata dai fedeli per le persone che sono più lontane dalla fede.

Emblematica e significativa è la strofa ricorrente all’interno della novena: “Io vorrei, se possibile, compensare le ingiurie e gli oltraggi che ricevi continuamente da parte degli uomini, soprattutto da parte di quelli che osano bestemmiare”.

La novena deve essere intonata e recitata quando vi è di mezzo una persona lontana dalla fede: tutti ii fedeli che pregano devono chiedere la grazia della salvezza di questa persona non fedele che commette peccati.

Emblematica è l’invocazione «O Mamma dolcissima, per i meriti del Sangue preziosissimo del tuo divin Figlio concedimi la grazia che (nome della persona infedele), si salvi al termine del suo passaggio terreno e […]».

È importante recitare la novena al preziosissimo Sangue di Gesù per richiedere la conversione alla fede della persona infedele che commette peccati.

Occorre recitare la novena all’infinito fino a chiedere la soluzione definitiva del problema: è rilevante insistere (“Ti supplico, Maria Santissima, per quel puro, innocente e benedetto Sangue che Gesù versò dal corpo quando fu spogliato delle vesti […]”) affinchè si chieda al Signore di convertire definitivamente l’infedele.

La forza delle parole recitate dai fedeli durante l’invocazione e l’implorazione al preziosissimo sangue di Gesù è veramente potente e risolutiva.