Eremo della Spelonca

Eremo della Spelonca

In provincia di Lucca, al confine con quella di Pisa, si trova una piccola cappella monocella risalente all’epoca medievale. Qui ti trovi nelle vicinanze del passo di Croce, una delle vie che in antichità era proprio utilizzata per gli scambi tra le due città toscane; vedrai, lungo la strada, quello che la maggior parte delle persone chiama l’Eremo di San Giuliano di Spelonca ma che altri chiamano Eremo di San Giorgio.

La storia dell’eremo della Spelonca

Nel 1190 Johannes Depretis e Dulcis, due preti magister, decidono di fondare questo romitorio. Si tratta di una storia più insolita rispetto a quelle che interessano la costruzione di un eremo. Solitamente, infatti, è quasi sempre una persona sola, un eremita appunto, a decidere di fondare un luogo di culto dove raccogliersi in preghiera. Nel caso dell’Eremo di Spelonca, invece, parliamo di eremiti che “lavorano” in gruppo.

La struttura e i ritrovamenti

Anche se quello che vedi oggi è un piccolo edificio e, più nello specifico, una chiesetta ad aula unica, essa non risale proprio alla prima fondazione; si tratta con tutta probabilità di una ricostruzione avvenuta nel diciannovesimo secolo. Alcuni ritrovamenti indicherebbero la presenza di altre strutture coperte; tuttavia, quello che puoi ancora vedere oggi, oltre alla chiesa, una vasca conica scavata nella roccia all’esterno della cappella e una scala intagliata nella roccia che dava probabilmente accesso ai vani superiori.

Come visitarlo

Puoi facilmente raggiungere Eremo della Spelonca a piedi. Il percorso si sviluppa su un versante del Monte Cupola e ha una durata molto breve; sono, infatti, necessari pochi minuti per percorrere i 440 metri che separano la valle dal piccolo promontorio dove è situato. Si tratta anche di un’interessante passeggiata archeologica durante la quale è possibile intravedere alcune rovine medievali della zona circostante. All’interno dell’edificio adibito a chiesa, poi, rimangono ancora dei resti di alcune pitture ottocentesche che sono però difficilmente interpretabili.

Torna in alto