Eremo del Buon Riposo

Eremo del Buon Riposo

L’Eremo del Buon Riposo sorge in Umbria, a Città di Castello, in provincia di Perugia. Situato a 762 metri di altitudine, si trova sulle pendici del Monte Citereste, alle spalle del colle di Sant’Angiolino. Tutto intorno vi è la presenza di un meraviglioso e rigoglioso bosco di castagneti, insieme a fonti di acqua salutari, per la presenza di sali minerali.

E’ un luogo di silenzio e pace, la meta giusta se stai cercando il ritiro e la tranquillità per dedicarti a momenti di preghiera.

La storia

In origine c’era in questo luogo solo un romitorio – la residenza degli eremiti – costituito da grotte naturali. Di queste oggi ne puoi vedere solo una, ancora accessibile; le altre sono state bloccate dalla costruzione del monastero fu poi costruito a ridosso della parete rocciosa.
Questa grotta è chiamato “del diavolo” poiché sembra che qui San Francesco stesso fu tentato dal demonio.

Ma anche altri Beati e Santi dimorarono qui, come San Bernardino Da Siena, San Bonaventura e Sant’Antonio da Padova.

Molte leggende girano attorno alla presenza dei Santi all’Eremo. Si narra che San Bernardino lasciò il suo bastone all’ingresso della porta e che questo germogliò divenendo una pianta di more. Allo stesso modo Angelo da Assisi infilò nel terreno il suo bastone di olivo da cui nacque un albero esistente ancora oggi.

Un momento importante avvenne nel 1365, quando i Gesuiti arrivarono qui, trovandosi a convivere con i francescani; un rapporto non facile. Dopo varie vicissitudini, nel 1416 il Comune di Città di Castello allontanò i Gesuiti, che però tornato all’Eremo del Buon Riposo dopo qualche anno.

In ogni caso, l’Eremo rientra nell’elenco dei conventi Francescani.

Tempi recenti

Durante il secondo conflitto mondiale, l’Eremo offrì rifugio agli sfollati a seguito delle razzie perpetuate dai tedeschi. Oggi il Buon Riposo, sottoposto a lavori di restauro, risplende a Città di Castello ma è di proprietà privata. E’ possibile la sua visita su prenotazione.